L@riodesk Informazioni

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Innovazione e cultura d'impresa Agorà-Lecco Crea Innovazione Reti e Aggregazioni di imprese La diffusione dei contratti di rete a Lecco e in Lombardia - nota informativa del 10.12.2013

La diffusione dei contratti di rete a Lecco e in Lombardia - nota informativa del 10.12.2013

LO STRUMENTO DEL CONTRATTO DI RETE È SEMPRE PIÙ DIFFUSO TRA LE IMPRESE LECCHESI E LOMBARDE. LA NOSTRA PROVINCIA È LEADER PER “CONCENTRAZIONE” DEI CONTRATTI REGISTRATI.

NUMERI IN FORTE CRESCITA IN TUTTA LA REGIONE

Secondo gli ultimi dati diffusi da Infocamere e aggiornati a novembre 2013, i contratti di rete[1] sottoscritti dalle imprese lecchesi sono ben 44 (ovvero il 10,1% degli oltre 400 contratti della Lombardia e il 3,5% del totale nazionale che ha superato quota 1.200, cfr. tabella 1 dell’allegato statistico). Ben 81 le imprese lecchesi coinvolte (oltre 3 imprese ogni 1.000 registrate, dato che pone Lecco saldamente in testa alla “classifica” delle province lombarde: la media regionale è di circa la metà, 1,6 per mille, e quella nazionale è l’1 per mille).

Questo dato appare ancor più eclatante alla luce del “peso numerico” delle imprese lecchesi: quelle registrate sono circa il 3% di quelle regionali e meno dell’1% di quelle nazionali mentre - come detto - i contratti di rete di aziende lecchesi sono rispettivamente il 10,1% e il 3,5% di quelli lombardi e italiani: più del triplo.

La provincia di Lecco, dove la tradizione manifatturiera è forte e consolidata, registra una propensione a innovare anche in forme complesse – incluse le reti di impresa – tra le più elevate in Italia”, commenta il Presidente dell’Ente camerale Vico Valassi. “Questo processo è nato dalla consapevolezza che l’innovazione intesa nel senso più ampio – ricerca e sviluppo, sperimentazione, trasferimento tecnologico, ICT, qualificazione del capitale umano, sostenibilità ambientale, internazionalizzazione – è la strada da percorrere per dare concrete prospettive di crescita al territorio”, prosegue il Presidente Valassi. “Per questo l’impegno dei diversi attori economici e istituzionali – tra cui la Camera di Commercio che da sempre opera come ‘player di sistema’ –   è quello di alimentare progettualità ed esperienze di eccellenza basate sul dialogo tra imprese e ricerca grazie alla presenza di realtà quali il Politecnico di Milano e il CNR: il nuovo Campus lecchese costituisce un ‘unicum’ per l’attrazione di nuovi investimenti e talenti”. Il Presidente Valassi conclude: “A maggior ragione nell’ambito di una crisi che impone scelte non facili e cambiamenti anche radicali, sostenere e incentivare l’innovazione nei fatti, con iniziative concrete, è fondamentale per ‘guardare oltre’, mantenendo le imprese presenti nel territorio e al contempo contribuendo a creare le condizioni per il loro sviluppo, dando un futuro ai nostri giovani”.

Analizzando il settore di attività, oltre il 70% delle imprese lecchesi che hanno sottoscritto un contratto di rete opera nel secondario: il 64,2% nel manifatturiero e il 7,4% nelle costruzioni, contro la media regionale inferiore al 50% (cfr. grafico 1 dell’allegato statistico). Viceversa, appartiene al settore terziario il 27,2% delle aziende lecchesi (contro il 37,7% regionale).

Oltre l’80% delle imprese della nostra provincia che hanno sottoscritto un contratto di rete opera come società di capitale (la media regionale si attesta al 75%). Più alta rispetto al dato medio lombardo è anche la percentuale delle società di persone (l’11,1% contro il 9%) e di consorzi (il 3,7% contro il 2,1%). Più bassa è altresì la percentuale di imprese individuali (Lecco 3,7%, Lombardia 5,7%) e, soprattutto, di cooperative (Lecco 1,2%, Lombardia 7,2%).

Rispetto al novembre dello scorso anno il numero di imprese lecchesi che hanno sottoscritto un contratto di rete è cresciuto del 58,8% (da 51 a 81 aziende), mentre il numero dei contratti è salito del 69,2% (da 26 a 44 unità). Ancor più elevata è stata la crescita registrata in Lombardia (+130,9% il numero dei contratti e +113,2% le imprese coinvolte).

All’innovazione è dedicato il report contenente dati statistici e una sintesi dei principali progetti della Camera e del territorio lecchese; tale report integra il volume “Lecco 1993-2013: dinamiche economiche, società e territorio in 100 grafici”, entrambi sono stati realizzati in collaborazione con Gruppo CLAS e sono consultabili sul sito camerale

[1] Il contratto di rete è stato introdotto nel nostro ordinamento dalla L. 33 del 9/4/2009 e consiste in un accordo formalizzato che consente alle imprese che lo sottoscrivono di mettere in comune delle attività e delle risorse allo scopo di migliorare il loro funzionamento e rafforzare la loro competitività.